Progetti del CuoreScopri le iniziative

Arrivato un mezzo attrezzato per l’Organizzazione Volontari Protezione Civile Onlus

Il progetto prevede la realizzazione di un mezzo di trasporto, un Fiat Doblò, completamente attrezzato per tutti i servizi di pubblica utilità, che sarà utilizzato in particolare per lo spostamento degli operatori di Protezione Civile, durante le necessità giornaliere e le loro attività di sostegno e aiuto alla popolazione. Si avvia, così, sul nostro territorio il servizio di mobilità gratuita, il quale permetterà di avere il mezzo attrezzato e garantito in maniera integrale: dall’allestimento, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko).

Grazie a questa iniziativa, l’Organizzazione Volontari Protezione Civile Onlus potrà continuare ad organizzare le tante attività che, soprattutto in questo difficile momento, sono in gestione alla Protezione Civile: dall’assistenza alla popolazione, ai presidi e sopralluoghi, alla ricerca delle persone scomparse, agli interventi durante le grandi calamità come terremoti, incendi e situazioni di pericolo, fino ai numerosissimi servizi che, da inizio anno e ancora oggi, vengono effettuati per l’attuale emergenza sanitaria, come la consegna di mascherine, di pasti, il presidio davanti alle strutture sanitarie e l’assistenza alla popolazione nei luoghi di pubblici.

“Il mezzo di trasporto verrà utilizzato – ha specificato il Presidente Stefano Pirotti – a Bologna e nella provincia per i principali servizi della Protezione Civile tra cui, ad esempio, il trasporto di macchinari e di altra strumentazione e per i servizi che si rendono necessari in casi di necessità e urgenza in concomitanza, ad esempio, con calamità naturali”.

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che presenta l’iniziativa nell’ambito dei “Progetti del Cuore”:
“La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore” come quello che si sta portando avanti a Castel Maggiore: la vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire non solo al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria, ma anche per i servizi di assistenza alla popolazione e Protezione Civile”.

E’ stato proprio grazie alla partecipazione della attività locali che potrà essere garantita l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio.

Partono a Modena “I Progetti del Cuore”, per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito ai ragazzi diversamente abili, gli anziani e alle famiglie in difficoltà del Comune.

Il progetto prevede la realizzazione di un mezzo di trasporto, un Fiat Doblò, completamente attrezzato per le esigenze dei ragazzi in difficoltà, delle famiglie e delle persone diversamente abili del territorio. A beneficiare dell’automezzo sarà ASP CHARITAS di Modena che avrà a disposizione il mezzo per il trasporto di coloro che sono in stato di necessità.

Parte anche sul territorio modenese il servizio di mobilità gratuita che permetterà di avere il mezzo attivo, attrezzato e garantito in maniera integrale: dall’allestimento, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko).

L’Associazione potrà così gestire gli spostamenti dei tanti ragazzi e disabili che ogni giorno hanno bisogno di assistenza per i servizi di trasporto, continuando così ad occuparsi- come fa ormai da decenni- di coloro che hanno delle difficoltà negli spostamenti. “Siamo onorati di poter ricevere un mezzo che ci permetterà di sostenere i nostri assistiti – spiega il presidente Mauro Rebecchi – e far fronte alle esigenze di chi soffre occupandoci, attraverso un servizio socio-sanitario, di chi ha bisogno ad esempio di essere accompagnato negli hub vaccinali e chi deve sostenere visite mediche.

Verrà utilizzato anche per uscite programmate, come ad esempio per chi ha necessità di andare in montagna o per uscite a carattere ludico e didattico. Copriremo il territorio del comune di Modena con diverse uscite al mese e avere a disposizione questo mezzo sarà fondamentale per noi, proprio per questo ringraziamo già chi aiuterà a rendere concreto questo progetto”.

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che presenta l’iniziativa nell’ambito de “I Progetti del Cuore”: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore”.

La vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”. Sarà proprio grazie alla partecipazione delle attività locali che potrà essere garantita l’esistenza di questo un servizio, che risponde a una necessità imprescindibile sul territorio.

Le aziende potranno trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, ricevendo in cambio un sicuro riconoscimento da parte della comunità.

Proprio in questi giorni la società incaricata “Progetti del Cuore Società Benefit srl” si occuperà di informare i titolari delle attività economiche sulle caratteristiche dell’iniziativa.

Venerdì 26 novembre si è tenuta la cerimonia per l’inaugurazione del nuovo mezzo di trasporto per i cittadini di Modena.

In questa occasione i “Progetti del Cuore”, avviati da qualche tempo sul comune, rendono disponibile da oggi un mezzo di trasporto per le persone anziane e diversamente abili, per garantire ai cittadini il servizio di trasporto sociale gratuito per i prossimi anni. A beneficiare dell’automezzo sarà la Fondazione ANT, che è la più ampia realtà non profit italiana per le attività gratuite di assistenza medica specialistica domiciliare ai malati di tumore e prevenzione oncologica.

“Avere un mezzo attrezzato per il trasporto dei nostri ragazzi è uno strumento eccezionale – specifica la presidente Raffaella Pannuti – che ci permette di dare risposta alle nostre tante esigenze. Per i nostri medici, che in una sola giornata coprono interi territori e visitano a domicilio tante persone, un’auto è un mezzo di lavoro indispensabile, quasi al pari della strumentazione tecnica e sanitaria- conclude la Pannuti – Per questo dobbiamo ringraziare le aziende che, apponendo il loro marchio su questi mezzi, rendono possibile per noi ricevere in comodato d’uso gratuito un veicolo attrezzato, adatto anche per il trasporto di sedia a rotelle”.

Il progetto è stato presentato venerdì 26 novembre in Piazza Grande a Modena, alla presenza del Presidente Raffaella Pannuti e di Donatella Zini per la delegazione di Modena, oltre che dei volontari e dell’équipe medica di Ant che ogni giorno svolge i servizi, insieme ai titolari delle imprese che hanno reso possibile questo nobile progetto.

 

 

 

Leggi la nostra rassegna

Modena2000.it

Bologna2000.com

Nuova consegna per “Progetti del Cuore”: un Fiat doblò è ora a disposizione di ASP Progetto Persona per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito alle persone in difficoltà del territorio dei Comuni della Bassa Reggiana e alle loro famiglie.
La cerimonia si è svolta martedì 23 novembre a Gualtieri presso la sede di ASP Progetto Persona: erano presenti il Direttore Dott. Vincenzo Ferro e i generosi sponsor, che hanno ricevuto un attestato di partecipazione e ringraziamento per avere supportato questa importante iniziativa.

GRAZIE A TUTTI ❤️

Il presidente Farnè: “Lo useremo per accompagnare bimbi e adulti nella sede della Fondazione per lo svolgimento di laboratori”.
Taglia il traguarda a Pianoro, Monzuno, Monterenzio, Monghidoro, San Lazzaro, Loiano e Bologna il progetto per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito ai ragazzi, i disabili, gli anziani e alle famiglie in difficoltà.

Un GRAZIE ❤️davvero speciale a tutti coloro che hanno partecipato a questa iniziativa di solidarietà!

Per la Pubblica Assistenza Croce Blu di Sassuolo disponibile un Fiat Ducato attrezzato per il trasporto delle persone diversamente abili.

Si è tenuta Venerdì 19 Novembre la cerimonia, con tanto di taglio del nastro, per l’inaugurazione del mezzo di trasporto per i cittadini di Sassuolo. In questa occasione “I Progetti del Cuore”, avviati da qualche tempo sul nostro comune, rendono disponibile un mezzo di trasporto per le persone anziane e diversamente abili per garantire ai cittadini il servizio di trasporto sociale gratuito per una durata di quattro anni, durante i quali lo stesso sarà garantito e gestito in maniera integrale: dall’allestimento del mezzo per il trasporto disabili, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko). A ricevere il mezzo sarà la Pubblica Assistenza Croce Blu di Sassuolo, che avrà a disposizione un Fiat Ducato attrezzato per il trasporto dei cittadini diversamente abili e in stato di necessità. Da sempre la Pubblica Assistenza Croce Blu si occupa di aiutare le persone in difficoltà del territorio, rivolgendo il loro aiuto principalmente ad anziani e persone diversamente abili che ogni giorno hanno bisogno di assistenza. Il progetto è stato presentato Venerdì 19 Novembre presso la sede in Via Ancora, 205 a Sassuolo. “Ringraziamo ‘I Progetti del Cuore’ per la vicinanza, noi siamo molto sensibili a queste tematiche.- dichiara il Presidente di Pubblica Assistenza Croce Blu di Sassuolo, Scannavino Leonardo.- Siamo da sempre vicini a chi soffre, in questo periodo di emergenza sanitaria siamo stati parecchio vicino alla gente attraverso servizi di consegne di pasti, medicinali e dispositivi di protezione e vogliamo garantire un servizio in più alla popolazione ringraziando chi ci ha donato questo mezzo, che per noi è fondamentale infatti avendo la possibilità di ospitare due carrozzine contemporaneamente ci permette di essere più efficienti.

Operiamo da sempre nei confronti di chi ha bisogno: diversamente abili e anziani che hanno necessità di essere sostenuti ed accompagnati presso i centri di riabilitazione e a fare le terapie. E’ un mezzo pensato appositamente per loro, per facilitare anche alle famiglie gli spostamenti. Serviamo principalmente il comune di Sassuolo, ma siamo vicini anche alle esigenze di tutta la provincia. Effettuiamo circa un migliaio di spostamenti all’anno, quindi questo mezzo è prezioso per noi”. All’inaugurazione, per festeggiare l’arrivo del mezzo, erano presenti le famiglie di tutti coloro che potranno usufruire del trasporto. “Avere un mezzo attrezzato per il trasporto di chi ha bisogno è qualcosa di eccezionale- fanno presente le famiglie durante la cerimonia – che ci permette di avere finalmente una risposta alle nostre tante esigenze”.

Leggi la nostra Rassegna Stampa

Modena Today