Progetti del CuoreScopri le iniziative

Un mezzo attrezzato per anziani e disabili grazie alla generosità di 37 imprenditori e titolari di società commerciali

 

 

Lunedì 6 giugno è stato inaugurato presso l’Associazione “La Famiglia” un Fiat Doblò, mezzo attrezzato munito di pedana sollevatrice per il trasporto di anziani con ridotte capacità motorie e in carrozzella.

Presenti alla cerimonia l’Assessore al Sociale e alle Politiche della Famiglia Dott.ssa Cristina Marigo, il parroco Mons. Carlo Coriele, che ospita l’Associazione fin dalla nascita, i rappresentanti di alcune associazioni di volontariato dell’Alto Vicentino, il Presidente dell’Associazione “Volontariato in Rete” che gestisce il Centro di Servizio per il Volontariato di Vicenza, i membri del Consiglio Direttivo della Famiglia e alcuni soci, imprenditori e titolari di attività commerciali, finanziatori del mezzo attrezzato e una giornalista de “Il Giornale di Vicenza”.

La Presidente dell’Associazione “La Famiglia” ha illustrato brevemente l’attività dell’associazione rivolta in particolar modo agli  anziani, a partire dalla sua costituzione nel 1992, che contava circa una cinquantina di soci dei quali 22 soci fondatori.

Alle iniziative dell’associazione non partecipano solo i soci: le attività sono aperte a tutti gli anziani, soci e non soci, che vogliono trovare momenti di svago e di crescita culturale, che vogliono vincere la solitudine e sviluppare nuove relazioni interpersonali attraverso l’amicizia e il dialogo, che hanno necessità di ricevere una parola buona, ma che hanno soprattutto bisogno di alcuni servizi per la cura della loro salute, specie gli anziani soli.

Con l’assegnazione del FIAT DOBLO’, il problema del trasporto sembra risolto. L’associazione può finalmente garantire con questo mezzo e con i volontari un efficiente servizio di trasporto a chi ne ha bisogno per raggiungere i vari luoghi di terapia, l’ambulatorio del proprio medico curante o il nostro centro anziani per chi ha difficoltà di deambulazione.

E questo grazie alla sensibilità e generosità di 37 imprenditori e titolari di attività commerciali nei confronti della comunità più debole, che hanno reso possibile la realizzazione del Progetto di Mobilità Gratuita.

E’ un bell’esempio di solidarietà, che dovrebbe essere imitato da tanti operatori dell’industria e del commercio.

Nel FIAT DOBLO’ c’è impresso il marchio delle aziende finanziatrici, che non è solo una forma di pubblicizzazione dei prodotti e quindi di reciprocità per il contributo dato, ma assume un particolare valore etico e sociale. Aderire al progetto di Mobilità Gratuita significa aver guardato al di fuori degli interessi personali venendo incontro a una parte di comunità che ha necessità di essere sostenuta.

 

schio_dx  schio_retro schio_sx

Dopo l’intervento della presidente dell’Associazione è intervenuta l’Assessore Dott.ssa Cristina Marigo che, complimentandosi per la realizzazione del progetto, ha evidenziato come si possa fare molto per le categorie più deboli mettendo insieme le energie che il mondo del volontariato ha saputo offrire in questi anni.

E’ seguita poi la benedizione del mezzo da parte del Parroco Mons. Carlo Coriele, che ha plaudito all’impegno dell’associazione e di tutti i volontari facendo presente che la notevole attività svolta per gli anziani se non fosse stata portata avanti dall’associazione “La Famiglia” avrebbe dovuto essere svolta, almeno in parte, dalla Parrocchia.

Sono seguiti la consegna di una pergamena alle attività imprenditoriali e commerciali e un rinfresco per tutti i presenti.

L’Associazione “La Famiglia” è sempre disponibile a concorrere, con i suoi volontari, a migliorare la qualità della vita degli anziani, soprattutto soli.

 

articolo_consegna

 

  • Iniziative recenti

    Castelfranco Emilia

    Per l’Associazione A.M.A. Madonna Degli Angeli di Castelfranco Emilia disponibile un fiat […]

    Castelvetro

    Per l’Auser disponibile un fiat Doblò attrezzato per il trasporto delle persone […]

    Vecchiano

    Per la Misericordia di Vecchiano disponibile un Fiat Doblò attrezzato. Si è […]